10 agosto 2020

Dall'Ispettoria "San Giuseppe" (SEC) - Stati Uniti e Canada

 

Dal Bollettino dell'Ispettoria "San Francesco Zaverio" - Argentina Bahia Blanca


Conversatorio por los 140 años de Carmen de Patagones: en estos tiempos de Conversatorios virtuales, queremos ofrecer este espacio con motivo de la celebración de los 140 años de fundación de nuestra primera Casa de nuestra Inspectoría. Para ello, han sido convocados consagrados y laicos, que presentarán sus ponencias y testimonios. Creemos que es una posibilidad de renovar nuestra pasión misionera y una invitación a recrearla en el hoy de nuestras Comunidades Educativas. Este espacio se publicitará pronto, y será transmitido en vivo y abiertamente el 24 de agosto de 18 a 19,30 h, desde You Tube del Boletín Salesiano (www.youtube.com/c/boletinsalesiano). 

MISIONES

Encuentro Virtual de Comunidades Misioneras: la Hna. Silvia Dupont junto a un equipo de Hnas, está proyectado un segundo encuentro, para encauzar las propuestas formativas y de acompañamiento, pedidas por cada una de estas casas, en el último encuentro compartido con el Consejo Inspectorial.

31 luglio 2020

Celebrazione “Pasqua Ecumenica” e premiazione presso la sede centrale della Chiesa Protestante in Thailandia

Bangkok, 23 luglio 2020

La Commissione Cattolica per il Dialogo Interreligioso ed Ecumenico ha organizzato con la Chiesa Protestante in Thailandia l’annuale celebrazione della “Pasqua Ecumenica”, quest’anno rinviata di 2 mesi a motivo del contagio Coronavirus. Il tema proposto è quello della settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani: Ci trattarono con gentilezza” inserendo, è il 3°anno, la premiazione con logo a 40 “Cristiani esemplari” delle cinque Chiese Cristiane, riconosciute dal governo Thai, per la loro testimonianza di fede, secondo le seguenti categorie:

1. Chierici delle Chiese e religiose/i, servi del Signore Gesù Cristo con fede e spirito di sacrificio;

2. Istituzioni che hanno favorito l’unità tra le chiese cristiane;

3. Enti-Organizzazioni che hanno sostenuto attività di unità tra i cristiani delle varie Chiese

4. Singoli e/o gruppi che hanno favorito la promozione sociale nelle comunità popolari, persone svantaggiate; 

5. Sostenitori nel cammino di fede e volontariato;

6. Promotori di media, di informazioni  religiose oneste e veritiere.

S. E. Mons. Joseph Chusak Sirisut ha proposto tale celebrazione coinvolgendo il presidente della commissione ecumenica, appartenente alla Chiesa Protestante in Thailandia che per tale circostanza ha messo a disposizione gli ambienti della loro sede centrale.

Ospite di onore, il sig. Kittiphan Phansuwan, direttore generale degli Affari religiosi; è stato invito per unirsi alla celebrazione e per la consegna del Logo dopo la quale, come rappresentante governativo, ha espresso le congratulazioni a coloro che hanno ricevuto l’onorificenza e agli organizzatori membri delle Chiese Cristiane, molto apprezzate per la testimonianza tra i cittadini e il bene che compiono a loro favore.

La nostra Ispettoria ha membri rappresentanti in questa commissione per il Dialogo Interreligioso ed Ecumenico, per questo sono stati proposti premi per la 4ª categoria con il nominativo della nostra ispettrice sr. Agnese Nipha Rangabpit che come le ispettrici precedenti favorisce  e sostiene le sorelle nell’animazione pastorale dell’Ispettoria seguendo le direttive e le iniziative della Chiesa locale anche nell’ambito del dialogo interreligioso/ecumenico. Ella, non potendo essere presente alla celebrazione, ha delegato sr. Pornphirun Teresa Chandenduang. Per la 4ª categoria è stata proposta sr. Anna Grassi, missionaria italiana da 46 anni. Un campo della sua missione è l’accompagnamento delle Adozioni a Distanza a favore dei bambini Thai ricevendo ancora attualmente le quote dall’istituzione VIDES ITALIA e INTERNAZIONALE del nostro Istituto, dall’Associazione Missione Don Bosco, dall’Ufficio Missionario Diocesi Torino; non più da alcune altre che lungo gli anni hanno concluso il progetto. Sr. Anna ha rappresentato le altre sorelle che svolgono la stessa missione in altre 3 zone della Thailandia.

A conclusione della premiazione è iniziata la celebrazione di preghiera durante la quale i rappresentanti delle Chiese Cristiane: il Vicepresidente della Chiesa di Cristo in Tailandia, il Segretario della Fondazione Chiesa Battista, il Rappresentante della Christian Cooperative in Thailand, il Rappresentante della Fondazione Chiesa Avventista del settimo giorno, Mons. Joseph Chusak Sirisuth, membro della Conferenza Episcopale per il Dialogo Interreligioso/Ecumenico si sono alternati a svolgere il commento a brani della Sacra Scrittura in sintonia con il tema Ci trattarono con gentilezza”. Don Saneo Damneunsaduak, segretario della commissione, è stato il mediatore dei 5 conferenzieri.

La preghiera finale di lode e di ringraziamento al Signore, in stile Taizé è stata presieduta da monsignor Joseph Chusak.












Amazoniza-te


22 luglio 2020

Suor Iluminada IGLESIAS VICENTE

Carissime sorelle, la notte del 15 luglio 2020, dall’Ospedale “Fundación Jiménez Díaz” di Madrid (Spagna), Dio Padre ha chiamato alla casa del Paradiso la nostra carissima Suor Iluminada IGLESIAS VICENTE.

Nata a Sanchón de la Ribera, Salamanca (Spagna) il 1° maggio 1928
Professa a Lyon (Francia) il 5 agosto 1954
Appartenente all’Ispettoria Spagnola “Maria Ausiliatrice” - Madrid

Lumi, come le piaceva essere chiamata, nacque in una famiglia composta da sei fratelli e sorelle, di cui lei era la quarta. I genitori li educarono ai valori del lavoro, del sacrificio e della fede nel Dio vicino e provvidente. Suo padre visse fino a cent'anni e suor Lumi si prese cura di lui, insieme ai suoi fratelli, negli ultimi mesi della sua vita in cui aveva bisogno di cure particolari.
Lumi, abile sarta, entrò nell'Istituto ancora giovane, ma la malattia la costrinse a interrompere la formazione iniziale. Raccontava come anche sua mamma soffriva in quei sei anni in cui rimase a casa, con una gamba ingessata e impossibilitata a muoversi. Ma aveva piena fiducia in Maria Ausiliatrice che le chiedeva di diventare FMA e ottenne la grazia della guarigione, ricuperando quasi perfettamente il movimento. Ammessa al postulato a Madrid il 31 gennaio 1952, nella stessa città cominciò il noviziato, ma presto fu mandata in Francia a Lyon, dove emise la prima professione il 5 agosto 1954. Tornata in Spagna, a San Sebastián trascorse nove anni come insegnante di taglio e cucito e assistente delle ragazze nell'oratorio.
Dinamica e laboriosa, aveva un cuore missionario, desideroso di portare il Vangelo alla gente, con tutti i mezzi possibili. Avendo chiesto di andare in missione, l’Ispettrice suor María Julia Guasco la mandò nella ”missione spagnola” della Germania dove rimase dal 1963 al 1986. Fu prima a Rottenbuch per lo studio della lingua e poi a Essen. In quella città, con un’altra consorella, si dedicò completamente agli immigrati spagnoli mediante la catechesi, l’insegnamento di taglio e cucito e lavori di artigianato per le ragazze e le donne, la visita ai malati negli Ospedali. Conclusa la missione in Germania, suor Lumi ha continuato a portare in cuore tanti migranti spagnoli, con i loro nomi, e le consorelle con cui continuava a mantenere relazione.
Sempre animata da un ardente spirito missionario, sebbene la sua salute non fosse più tanto buona, nel 1987 fu ancora disponibile a partire per la Guinea Equatoriale. Purtroppo, a causa di problemi di udito e dei vari interventi che dovette subire, dopo tre anni vissuti a Batete come insegnante e catechista, dovette tornare in Spagna. Trascorso un anno nella Casa ispettoriale di León, nel 1991 fu trasferita a Madrid nel quartiere periferico di Vallecas, dove lavorò per 25 anni in una piccola comunità inserita. Diceva di essere stata molto felice tra queste persone semplici. Nella parrocchia di San Timoteo si dedicava alla cura della Chiesa e portava la Comunione ai malati, donando la sua gioia e parole di incoraggiamento. Partecipava alle iniziative dell’associazione “Nuevas amistades” e ad altri gruppi, soprattutto per la promozione della donna mediante il teatro, corsi di alfabetizzazione e il laboratorio di cucito, in cui esprimeva le sue grandi abilità. Ogni fine anno preparava con entusiasmo una sfilata di modelli, con ciò che avevano realizzato. Nel 2015, prima di lasciare Vallecas per andare a León, poté sentire e godere della gratitudine della gente per il suo generoso donarsi.
Era una donna di relazione, attenta alle persone, alle loro preoccupazioni, ai loro problemi. Semplice, buona e gentile, sapeva godere dei semplici momenti della vita quotidiana: prendere un caffè insieme, fare una chiacchierata, festeggiare un compleanno o qualsiasi altro evento. Innamorata della Madonna, ha diffuso la devozione a Maria Ausiliatrice soprattutto attraverso la commemorazione del 24 di ogni mese. Credeva molto nella preghiera di intercessione e aveva sempre una lunga lista di intenzioni. Da un certo momento della vita, si impegnò a pregare in particolare per le suore colpite dal cancro.
A León, nella Casa ispettoriale “Vergine del cammino”, continuò ad aiutare in comunità con generosità, soprattutto nel laboratorio. Consapevole dei suoi limiti fisici, si sforzava di accettarli e superarli. Nel febbraio di quest'anno, bisognosa di cure particolari, accettò il trasferimento nella Residenza “Santa Teresa” di Madrid. Ricoverata in Ospedale, in pochi giorni un'emorragia interna ha messo fine alla sua vita.
Suor Lumi, come Madre Mazzarello, anche per te gli infiniti punti d’ago sono stati tanti atti d'amore di Dio, offerti per la salvezza dei giovani e di tutto il mondo. Intercedi per la tua famiglia alla quale sei sempre stata tanto legata, condividendone gioie e preoccupazioni. Chiedi a Maria Ausiliatrice di inviarci nuove vocazioni missionarie, felici e generose come te.

L’Ispettrice
Suor Maria del Rosario Garcia Ribas